Un fine settimana molto corposo

Ultimi articoli
Newsletter

Varese | Tutti gli eventi del week end

Un fine settimana molto corposo

Arte, cultura, cinema, fotografia, appuntamenti per bambini e molto altro

Redazione Online

Giardini Estensi
Giardini Estensi

Il programma del week end varesino:

Sabato 21 settembre

dalle ore 10.00 fino alle 21.00

Spazioverganiuno

via Vergani, 1

OPEN DAY

Attività, laboratori, musica, dimostrazioni e aperitivi per tutti.

Un ricco programma ad ingresso libero e gratuito per far conoscere l’associazione Spazioverganiuno e le sue attività. Con il Patrocinio del Comune e della Provincia di Varese.

PROGRAMMA

ore 10.00: lezione aperta di Yoga con Siri Daya; ore 11.30: visita guidata alla Cittadella di Masnago, l'antico cortile che ci ospita con la guida di Simona Gamberoni; dalle 10 alle 12.30: apertura dello studio di Psicomotricità Cooperativa stella con visita e info point; ore 12.30: lunch buffet offerto dall'Associazione Spazioverganiuno; ore 14.30: lezione aperta di Yoga con Siri Daya; ore 16.00: lezione aperta di Stampa Giapponese; ore 17.00: Gong - Art performance con Roberta Cerini e Giorgia Pavese; ore 18.00: concerto di flauto Bansuri con Igor Orifici; ore 19.00: aperitivo vegetariano e dimostrazione di Yoga; ore 20.00: lezione aperta di Gong.

Tutte le attività sono gratuite, non occorre prenotare.

Per maggiori informazioni: www.spazioverganiuno.blogspot.com

ore 15.00

Cimitero di Bregazzana

PASSEGGIANDO PER I RIONI

Passeggiata nel rione di Bregazzana

Gruppi di cammino proposti dall’amministrazione comunale in collaborazione con Uisp e ASL di Varese. Partecipazione gratuita. Le iscrizioni sono aperte a tutti, i minori dovranno essere accompagnati da un adulto; anche gli amici a 4 zampe potranno iscriversi (è obbligatorio dettagliare nel modulo di iscrizione la taglia del cane). Per iscrizioni e informazioni rivolgersi a Unione Italiana Sport per Tutti, 0332/813001 areasportpertutti.varese@uisp.it

ore 17.00

Chiostro di Voltorre - Gavirate (VA)

INAUGURAZIONE DEL PUNTO SVILUPPO SOSTENIBILE DI REMIDA VARESE

In occasione della Giornata Europea della Cooperazione Transfrontaliera

Il nuovo Punto Sviluppo Sostenibile sarà la vetrina e laboratorio di buone pratiche del Cento ReMida Varese, in cui si potranno trovare informazioni sulle possibilità offerte dal nostro territorio per vivere a basso impatto, ridurre di rifiuti e acquistare in modo sostenibile. I bambini saranno intrattenuti da attività ludiche e ricreative all'interno dei laboratori di ReMida. E per tutti l'Ecoaperitivo, momento di convivialità con prodotti di filiera corta e con tutte le attenzioni necessarie per minimizzare gli sprechi e la produzione di rifiuti.

Ingresso libero e gratuito

Per informazioni: www.modusriciclandi.info

domenica 22 settembre

dalle ore 9.00

Giardini Estensi

via Sacco, 5

Agrivarese in città

Festa dell’agricoltura varesina

Anche per il 2013, la Camera di Commercio di Varese - insieme a Comune e Provincia di Varese, Regione Lombardia e Associazioni di categoria - organizza la tradizionale fiera dell'agricoltura con l'obiettivo di promuovere e valorizzare la produzione agricola locale, nonché di favorire l’avvicinamento del grande pubblico (famiglie, bambini e giovani) ai valori e alle professioni del mondo agricolo.

Per maggiori informazioni: www.agrivarese.com

Nell’ambito della manifestazione Agrivarese

Ingresso Gratuito a Villa Mirabello

Villa Mirabello, piazza Motta 4,

Orari: da martedì a domenica 9.30 – 12.30 / 14.00 – 18.00. Info: Villa Mirabello 0332.255485

All’interno di Agrivarese

Giardini Estensi presso Parco Mirabello

ORTOGARA

Campionato di ortaggi

Campionato di ortaggi finalizzato alla premiazione dei prodotti che dimostrano le migliori conoscenze professionali del coltivatore hobbista nella scelta dei luoghi, nelle tecniche di coltivazione, nelle abilità di cura e manutenzione di quanto prodotto per nutrirsi in modo sano.

Prodotti ammessi alla gara e quantitativo minimo: anguria o cocomero n°2 frutti; cetriolo a frutto grosso 1 Kg; fragola 0,5 Kg; melanzana a frutto tondo, ovale o cilindrico-allungato 1 Kg; melone retato n°2 frutti; peperone da consumo fresco dolce non piccante 1 Kg; pomodoro da insalata Cuore di bue 1 Kg; zucca da zucchini nota come zucca lunga d’Italia 1 Kg

È possibile partecipare con massimo 3 tipologie di prodotti

Orari: 8.00-10.30, iscrizione e presentazione dei prodotti; 11.00-14.00 gara, 15.00-16.00, premiazione

dalle ore 9.00

piazza Motta

TORNEO DI BOCCE QUADRE

Quarta edizione

Per informazioni: 0332/283518, 0332/283192, 0332/228537

dalle ore 9.00

Giardini Estensi

via Sacco, 5

Agrivarese in città

Festa dell’agricoltura varesina

Anche per il 2013, la Camera di Commercio di Varese - insieme a Comune e Provincia di Varese, Regione Lombardia e Associazioni di categoria - organizza la tradizionale fiera dell'agricoltura con l'obiettivo di promuovere e valorizzare la produzione agricola locale, nonché di favorire l’avvicinamento del grande pubblico (famiglie, bambini e giovani) ai valori e alle professioni del mondo agricolo.

Per maggiori informazioni: www.agrivarese.com

dalle ore 9.00

piazza della Repubblica

FIERA DELLA BIPA

Bicicletta a pedalata assistita

Per tutto il giorno in piazza Repubblica produttori, rivenditori, tour operator rispondono all’interesse di chi cerca un mezzo per sposarsi facilmente, con poca spesa e mantenendo un livello di emissioni pari a zero. Una vera e propria fiera all’aperto, arricchita da eventi collaterali come bike-test, pedalate, esibizioni, presentazioni di libri, momenti musicali, spettacoli di giocoleria. Iniziativa organizzata da Fiab-Ciclocittà Varese nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Per maggiori informazioni: www.settimanaeuropea.itwww.fierabipa.it

dalle ore 9.00 alle 13.00 (ultima partenza ore 12.15)

Cortiletto d'onore dei Giardini Estensi

via Sacco, 5

GIARDINI ESTENSI E PARCO MIRABELLO

Visita guidata

Visita guidata condotta dai soci dell'Associazione Orticola varesina. Sono previste partenze distaccate ogni 15 minuti dal Cortiletto d'onore

Durata: 45 minuti

Partecipazione libera e gratuita

ore 12.30

Palace Hotel

via Manara, 11

CENTO ROSSE A TAVOLA

Palacento, un anno di eventi liberty

Un vero e proprio raduno del Club Ferrari Milano che celebra i trent’anni di attività associativa con una visita alla nostra Città ed il pranzo al Grand Hotel. Una bella occasione per avvicinarsi alle supercars e condividere una giornata con gli appassionati di motori dalle altissime prestazioni.

Pranzo a pagamento (50 euro per persona). Posti limitati, prenotazione obbligatoria.

Per maggiori informazioni: www.palacento.com

dalle ore 14.00 alle ore 19.00 (ultima partenza ore 18.15)

Cortiletto d'onore dei Giardini Estensi

via Sacco, 5

GIARDINI ESTENSI E PARCO MIRABELLO

Visita guidata

Visita guidata condotta dai soci dell'Associazione Orticola varesina. Sono previste partenze distaccate ogni 15 minuti dal Cortiletto d'onore

Durata: 45 minuti

Partecipazione libera e gratuita

Chiude:

Sala Veratti, 31 agosto – 22 settembre

Cinquant’anni dopo

Mostra Collettiva dell’Associazione Artisti Indipendenti di Varese

L'Associazione Artisti Indipendenti di Varese, storica associazione che, nel passato, ha annoverato nelle sue file artisti che hanno contribuito a diffondere l'amore per l'arte nella nostra provincia, rende omaggio al pittore Domenico De Bernardi nel 50° anniversario della morte, con una esposizione di opere dei propri associati in sala Veratti a Varese.

Varese, , via Veratti, 20

Orari: da martedì a domenica 9.30 – 12.30 / 14.00 – 18.00 - Ingresso gratuito

Info: Castello di Masnago tel. 0332.820409; www.varesecultura.itwww.facebook.com/castellodimasnago

lunedì 23 settembre

dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Sala Montanari

via dei Bersaglieri, 3

LA POSITIVITÀ COME RISORSA: UNA PROSPETTIVA DEONTOLOGICA

Seminari di Formazione

I Modulo: L’eccedenza dalla legge ovvero sulla moralità. Silvano Petrosino, docente di Teoria della comunicazione e Filosofia morale, Università Cattolica di Milano e di Piacenza.

Il percorso si articolerà in n. 3 moduli di lavoro di n. 4 ore ciascuno. Il primo e il secondo modulo saranno rivolti agli operatori psico-sociali, il terzo sarà rivolto esclusivamente agli assistenti sociali.

dalle ore 16.00 alle ore 17.30

Sede Varese Corsi

piazza Motta, 4

LA MONACA DI MONZA

Incontro della Società Dante Alighieri di Varese

Relatore: prof. Giuseppe Farinelli, Ordinario di Letteratura italiana, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Ingresso libero

ore 21.00

Parrocchia di Biumo Superiore

via Baroffio, 1

S.O.S. FURTI E TRUFFE

Come difendersi dai furti in abitazione e dalle truffe

Incontro a cura dell’Arma dei Carabinieri promosso dagli Assessorati Rioni e Polizia Locale del Comune di Varese

Ingresso libero e gratuito

A termine della lezione sarà distribuito un utile vademecum

da mercoledì 18 a mercoledì 25 settembre

Varese e Provincia

SHIATSU E SALUTE: rapporti con la Sanità

Settimana nazionale dello Schiatsu

Una manifestazione nazionale organizzata dalla Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori, unica nel suo genere, che vede nel 2013 la sua seconda edizione. L’evento si articolerà in una serie di offerte al pubblico al fine di far conoscere le potenzialità di questa Antica Arte per la Salute.

Per informazioni: www.infoshiatsu.it/lasettimana

Cos'è lo Shiatsu

Lo Shiatsu è una pratica manuale che, tramite precise modalità di pressione, agisce sul flusso energetico dell'essere umano; è rivolta sia a comprenderne i principi di funzionamento sia a favorirne la circolazione nel corpo. Se in questo senso ha radici nel patrimonio comune alla cultura estremo-orientale, ha ricevuto tuttavia in Giappone i principi operativi su cui si fonda. Dal Giappone si e' affermato prepotentemente nel mondo, Italia compresa, a partire dagli anni Settanta.

Caratteristiche dello Shiatsu

La pressione Shiatsu (dal giapponese Shi = dito e atsu = pressione) si effettua con il dito e precisamente con il pollice, nel quale si trova il maggior numero di recettori sensoriali della mano ed al quale corrisponde sulla corteccia cerebrale un’area maggiore non solo rispetto alle altre dita, ma anche a tutti gli altri elementi del fisico umano. È possibile però usare anche altre parti del corpo per effettuare la manipolazine : il palmo, quando la zona da trattare è più ampia e richiede un contatto più ampio e avvolgente; oppure il gomito, quando occorre utilizzare una stimolazione più forte per sbloccare un significativo accumulo di energia. La pressione Shiatsu deve essere sempre costante nella quantità di peso, ferma, e statica. È proprio questa staticità, unita alla lentezza di esecuzione, che permette di agire non solo sul corpo fisico ma anche sulla psiche del ricevente, contattando il suo livello energetico più profondo e quindi tutti gli aspetti della sua realtà. Un’altra caratteristica della manipolazione Shiatsu é quella di essere eseguita senza sforzo muscolare, impiegando unicamente il peso del corpo di chi opera e sempre perpendicolarmente rispetto alla zona o al punto che viene trattato. La forza e la potenza di questa pressione deriva dalla centratura dell’operatore in Hara, quell’importante zona sottombelicale tenuta in grande considerazione dagli Orientali e che costituisce il vero baricentro fisico ed energetico del corpo e dei suoi movimenti. Il trattamento Shiatsu deve essere inoltre effettuato in una condizione di calma e di silenzio: l’operatore intraprende con il ricevente un dialogo non verbale, affidato unicamente alle mani ma tuttavia intenso ed efficace, che si esplica a livelli profondi e che parla il linguaggio del corpo con una attenzione tutta particolare ai suoi messaggi e ai suoi bisogni.

La realtà dello Shiatsu

Il mondo dello Shiatsu è molto più ricco e sfaccettato di quanto pubblicamente si conosca e presenta delle caratteristiche che meritano attenzione. Innanzitutto l'ampiezza sociale della sua diffusione: molte migliaia di persone di diversa età, sesso e condizione sociale, si accostano oggi allo Shiatsu, per apprenderlo o riceverlo.

In secondo luogo l'orientamento culturale che vi si esprime. Lo sviluppo dello Shiatsu si è infatti intrecciato in questi anni ad una vasta e seria attività di esplorazione e interpretazione del pensiero e delle pratiche tradizionali della cultura orientale producendo ovunque, anche in Italia, una ricca ed interessante bibliografia. Significato culturale ha anche la fondamentale importanza metodologica che in tutto il percorso formativo viene data all'esperienza: il suo valore riconosciuto e' quello di fondamento e compagno necessario di una conoscenza flessibile, capace di un approccio non preordinato con la realtà.

Breve storia

Lo Shiatsu è una pratica manipolatoria che ha origini antichissime ma la sua codificazione come precisa tecnica corporea risale a tempi abbastanza recenti. I primi interventi attuati in Giappone con una tecnica manuale di tipo pressorio a cui viene dato il nome di Shiatsu, risalgono infatti al periodo tra il 1910 e il 1920, ed è sempre in quegli anni che viene pubblicato il primo libro ad esso intitolato, Shiatsu Ho, ad opera di Tamai Tempaku. Il riconoscimento ufficiale di questa disciplina avverrà comunque ancora più tardi, nel 1955, ad opera del Ministero della Sanità giapponese.

Malgrado la nascita relativamente recente e la sua matrice giapponese in realtà questa tecnica affonda le sue radici nell’antica cultura orientale e precisamente nelle arti manipolatorie cinesi, praticate per la cura della salute già a partire dal 2.500 - 3.000 a.C. Questo popolo, infatti, teneva in grande considerazione le tecniche di manipolazione corporea e le aveva inserite in una visione più ampia che coinvolgeva ogni aspetto della vita umana anche a livello filosofico.

Nel VII secolo circa, grazie ai monaci buddisti, il ricco bagaglio dell’esperienza, della cultura e della tradizione cinese approdò in Giappone trovando un fertile terreno di conservazione e sviluppo, anche le arti manipolatorie si diffusero in questo paese. Tra le tecniche più significative, del centinaio circa che sono state tramandate, era presente un ben preciso intervento di tipo pressorio sul corpo. Ed é proprio questo concetto di pressione che i Giapponesi hanno isolato e impiegato in modo autonomo in una nuova e singolare arte manuale: lo Shiatsu.

La seduta

Il trattamento vero e proprio viene di solito preceduto da un colloquio di pochi minuti che permette all’operatore e al ricevente di identificare il problema e programmare le vari fasi del trattamento. Durante il trattamento vero e proprio il dialogo tra operatore e ricevente continua ad altri livelli: non si comunica più con le parole, infatti, ma attraverso il contatto pressorio intenso, consapevole e profondo delle mani sul corpo.

Il ricevente viene fatto sdraiare comodamente a terra, su un apposito materassino; questo gli permetterà di abbandonarsi completamente, lasciando andare ogni tensione, senza sentirsi sospeso o preoccupato di cadere, come potrebbe accadere su un lettino. Anche l’operatore in questa condizione potrà lavorare più agevolmente, avendo a disposizione lo spazio necessario per mettere in atto le sue tecniche e sistemando il corpo di chi riceve nelle posizioni più idonee. Diverse sono infatti le posizioni che, a seconda delle necessità del trattamento, possono essere fatte assumere a terra dal ricevente: sdraiato prono o supino, disteso su un fianco, ma anche seduto per alcune particolari manovre sul collo e sulle spalle.

Al termine del trattamento il ricevente rimarrà ancora alcuni minuti sdraiato, in uno stato di piacevole abbandono, così da permettere agli effetti benefici dello Shiatsu di continuare la loro azione profonda, mentre il corpo lentamente e gradualmente riprende il contatto con la realtà circostante. Prima di essere congedato, al ricevente verranno forniti alcuni utili consigli per migliorare la sua condizione di salute e per mantenere nel tempo i benefici ottenuti con la seduta.

L'operatore

Se lo Shiatsu è un trattamento particolare, rivolto all’individuo nella sua totalità, anche l’operatore dovrà essere una persona un po’ speciale, una persona che abbia doti che coinvolgono la sua interiorità e possieda una grande sensibilità per entrare profondamente in contatto e in sintonia con colui che viene trattato e mettere in atto non solo le caratteristiche dello Shiatsu più specificatamente tecniche, ma anche quelle più sottili come la capacità di osservazione, di attenzione e di ascolto dell’altro. Egli deve saper compiere, nei confronti del ricevente, un’azione di profondo stimolo personalizzato, un’azione che lo investa non solo sul piano fisico più immediato ma anche e soprattutto quello energetico e psichico.

Un buon operatore Shiatsu possiede una ben precisa specializzazione e un’ineccepibile preparazione tecnico professionale acquisita attraverso un percorso di pratica e di studio almeno triennale, seguito da un intenso tirocinio. La sua preparazione, in realtà, non ha mai fine, poiché il tipo stesso di studio e di pratica porta l’allievo, una volta diventato professionista, a sviluppare e conservare nel tempo l’atteggiamento tipico del ricercatore che continuamente studia e si aggiorna.

Il ricevente deve confrontarsi con un operatore preparato a trattare in modo adeguato i suoi squilibri ma deve anche poter contare su una persona attenta, sensibile e disponibile a cui affidarsi con fiducia in un rapporto di reciproca ed attiva collaborazione. In questo scambio l’operatore pazientemente e sapientemente guida e stimola mentre il ricevente prende coscienza dei suoi squilibri e intraprende quel percorso che lo renderà responsabile e partecipe del processo di ripristino di un migliore equilibrio psicofisico.

www.fisie.it sito ufficiale della Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori

Lo Shiatsu è un’arte manuale di origine giapponese che trova il suo completamento nella Medicina Tradizionale Cinese. Intervenendo su canali energetici chiamati meridiani, si stimola l’organismo a ristabilire il naturale stato di benessere della persona.

Shiatsu è una parola giapponese composta da shi-dita e atsu-pressione: significa quindi pressione con le dita.

Sono proprio il pollice e le mani lo strumento con cui lo shiatsuka stimola la circolazione energetica del corpo migliorando così il ben-essere psico-fisico.

Uno degli aspetti che lo caratterizza è di avere un approccio globale: considera e tratta l’individuo nella sua totalità, tenendo conto sia della componente fisica sia di quella psico-emozionale.

L’insegnamento è aperto a tutti coloro che desiderano approfondire tematiche su benessere, vitalità, sviluppo e crescita personale, non solo ad operatori della salute e del benessere ma anche a cultori della materia o semplici appassionati, senza limiti di età.

Tutti possono avvicinarsi allo shiatsu: è nato proprio in ambito familiare per mantenersi in buona salute. Non sono dunque necessarie doti particolari per imparare lo shiatsu, solo la curiosità e la voglia di guardare alla persona da un altro punto di vista.

Il programma formativo dell’Hakusha è inoltre completato dallo studio della Moxibustione, antica tecnica di stimolazione dei punti energetici tramite il calore.

www hakusha.it -- www.sabbiabianca.it

da venerdì 20 a domenica 22 settembre

Città di Varese

BAMBINI CON GUSTO

Festival di cucina e alimentazione per bambini

L’iniziativa è organizzata da Cresci con gusto, associazione culturale nata nel 2010 per sviluppare progetti di didattica e di intrattenimento educativo rivolti a bambini e ragazzi, in particolare nel campo dell'alimentazione. L’obiettivo è quello di rafforzare le attitudini personali, il desiderio dell’apprendimento,della curiosità e della manualità, attraverso attività di laboratorio e di gioco.

Per informazioni: www.bambinicongusto.it

PREMIO CHIARA

Sabato 21 settembre

Investire nella fotografia d’autore

Ore 18.00, Villa Recalcati, Piazza Libertà 1, Varese

L’estetica e il mercato spiegati dal collezionista e dal gallerista

intervengono

Rudi Bianchi, collezionista

Daniela e Guido Giudici, Galleria Cons Arc di Chiasso

Carlo Madesani, Galleria Camera16 di Milano

Appuntamento sulla fotografia d’autore con l’intento di stimolarne il collezionismo, più accessibile in questo momento in cui quadri e sculture sono opere quasi inaccessibili.

Seminario di Fotografia Sguardo italiano: la recente fotografia italiana

dalle ore 9.15 alle 13.00, Villa Recalcati, Piazza Libertà 1, Varese con Elio Grazioli

a numero chiuso, con prenotazione obbligatoria. Tel. 0332 335525 oppure 335 6352079

Elio Grazioli, è critico d’arte contemporanea e fotografia, insegna Storia dell’arte contemporanea e Teoria e storia della fotografia all’Università di Bergamo e Storia dell’arte contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Bergamo. È stato redattore della rivista d’arte contemporanea Flash Art (Giancarlo Politi ed., Milano) dal 1981 al 1989; ha diretto la rivista d’arte contemporanea Ipso Facto. È curatore del Festival Fotografia Europea Reggio Emilia.

Investire nella fotografia d’autore

Ore 18.00, Villa Recalcati, Piazza Libertà 1, Varese

l’estetica e il mercato spiegati dal collezionista e dal gallerista

intervengono Rudi Bianchi collezionista

Daniela e Guido Giudici,

Galleria Cons Arc, Chiasso

Carlo MadesaniGalleria Camera16, Milano

Appuntamento sulla fotografia d’autore con l’intento di stimolarne il collezionismo, sicuramente più accessibile in questo momento in cui quadri e sculture d’autore sono opere quasi inaccessibili.

Rudi Bianchi. Laureato all’Università Bocconi di Milano, si è trasferito in America negli anni 80 prima a New York, poi in California, a Santa Monica. Si è sempre interessato alla fotografia, inizialmente era una passione amatoriale, trasformatasi poi, durante i primi anni negli States, in collezionismo. Negli ultimi 20 anni si è dedicato alla fotografia d'arte e al collezionismo di opere di fotografi soprattutto americani.

Daniela e Guido Giudici. Dal 1990 la Galleria Cons Arc di Chiasso si occupa di fotografia attraverso esposizioni in cui vengono presentati autori storici e contemporanei provenienti da tutto il mondo. La Galleria propone inoltre corsi e seminari e dispone di una ricca biblioteca con più di1000 titoli, consultabili dai visitatori. La Galleria Cons Arc ha ideato insieme a Ifduif Video Festival ed in seguito realizzato in collaborazione con l’Ufficio Cultura del Comune di Chiasso dal

1996 la manifestazione Biennale dell’immagine

Carlo Madesani fonda la Galleria Camera 16 nel 2010 a Milano, sua città natale, con l’intento di aprire nuove finestre sul mondo dell’a rte contemporanea. Madesani focalizza l’attenzione sulla ricerca di artisti, fotografi e non solo, storici e contemporanei, scelti perché svelano da diverse angolature i molteplici aspetti di una vita vissuta appieno, nella quale lo spazio e il tempo non sempre sono legati ad un luogo e ad un istante, ma mutano davanti agli occhi dello spettatore.

Domenica 22 settembre

Premio Riccardo Prina

Ore 16.00, Galleria Ghiggini, Via Albuzzi 17, Varese

Inaugurazione Mostra e Premiazione del Vincitore del Concorso

Mostra fotografica delle 24 opere finaliste aperta fino al 13 ottobre

orari: da martedì a sabato 10.00 / 12.30 e / 16.00 / 19.00

Premio dedicato a Riccardo Prina (1969 – 2010), giornalista, critico d’arte, estimatore e studioso dell' arte fotografica.

Ferdinando Scianna

ore 18.00 Villa Recalcati, Piazza Libertà 1, Varese

Bibliografia dell’istante

introdotto da Paolo Zanzi

Fotografo tra i più versatili, ha lavorato per la moda, la pubblicità e il reportage. Scianna racconta, con un'intrigante proiezione, la professione fotografocodificata nei suoi libri di successo internazionale, tra cui ricordiamo il libro Baaria Bagheria (2009), pubblicato in occasione dell’uscita film Baarìa, del concittadino Giuseppe Tornatore. 

Premio Riccardo Prina 2013 per la fotografia

Ore 16.00, Galleria Ghiggini, Via Albuzzi 17, Varese

Inaugurazione Mostra e Premiazione del Vincitore Premio Riccardo Prina 2013

La mostra sarà visitabile sino a domenica 13 ottobre

Premio dedicato a Riccardo Prina (1969 – 2010), giornalista, critico d’arte, estimatore e studioso dell’arte fotografica.

Il Premio Riccardo Prina fotografia e parola era aperto a fotografi professionisti e non dai 20 anni in su, residenti in Italia o nella Svizzera Italiana, che dovevano presentare un’opera fotografica liberamente ispirata ad un racconto o romanzo edito in Italia.

La giuria così composta Mauro Gervasini, critico cinematograficoe composta da Rolando Bellini, critico d'arte e direttore artistico della Biennale di FirenzeRudi Bianchi, collezionista fotografico e fotografoRiccardo Blumer, architetto e designer, Mario Chiodetti, giornalista e fotografoFrancesca Damiani PrinaGiorgio Falco, scrittore, Marco Introini, architetto e fotografo, Bambi Lazzati, docente di storia dell’arte e direzione Premio Chiara, Sabrina Ragucci, fotografa e docente di fotografia e analisi dell’immagine, Francesco Zanot, docente di storia della fotografia e critico fotografico, sceglie le opere finaliste.

I finalisti saranno esposti in una Mostra dal titolo Premio Riccardo Prinafotografia e parola alla Galleria Ghiggini di Varese. L’esposizione avverrà durante il Premio Chiara Festival del Racconto e sarà accompagnata da una pubblicazione a colori contenente saggi critici e le opere in mostra.

Il Vincitore riceverà un Premio di 800.00 euro, ad una menzione andrà un premio di 400 euro offerto dal Comune di Varese. Gli Amici di Riccardo segnaleranno un’altra opera alla quale andrà un Premio di 400 euro.

Ferdinando Scianna

ore 18.00 Villa Recalcati, Piazza Libertà 1, Varese

Bibliografia dell’istante

Introdotto da Paolo Zanzi

Scianna racconta, con un’intrigante proiezione, la professione fotografo, codificata nei suoi libri di successo internazionale.

Ferdinando Scianna è nato a Bagheria, in Sicilia, ha iniziato negli anni Sessanta raccontando per immagini la cultura e le tradizioni della sua regione d'origine; da questo lavoro è nato anche un libro scritto con Leonardo Sciascia sulle feste religiose. Trasferitosi per qualche tempo a Parigi, è passato poi a reportages all'estero. Fotografo tra i più versatili, ha lavorato per la moda, la pubblicità e il reporta ge.

Paolo Zanzi nasce a Varese nel 1944, esercita dal 1965 l'attività di fotografo, graphic designer e art director operando nei vari settori della comunicazione , delle arti visive e dell'architettura. Ha pubblicato diversi volumi fotografici sulla provincia di Varese.

Amici di Piero Chiara
viale Belforte 45
21100 Varese
0332 335525

Venerdì 20 settembre 2013

© Riproduzione riservata

1248 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: